.
Annunci online

 
agiamo 
per migliorare le cose
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Arslife.com
Sperone Westwater
Lever House
Artangel London
Gasworks
The Drawing Center
The Galerie St. Etienne
Flag Art Foundation
Museum of Contemporary Art Chicago
SFI
Magritte Museum
Biennale Mercosul Porto Alegre Brasile
Laxart Los Angeles
New Museum New York
Whitney Museum of American Art
The New York Times
The Washington Times
Le Figaro
aleiorio
Le Monde
Chicago Tribune
Los Angeles Times
New York Magazine
Financial Times
The Guardian
The Observer
Times on line
Times on line about Italy
The Indipendent
The Economist
El mundo
El Pais
Carnegie Museum of Art
The Wharol
Corriere della Sera
MCA Museum of Contemporary Art
Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea a Roma
Mambo Bologna
Art Basel
Art Basel Miami Beach
Biennale di Lyon
mdm museum
Lu.C.C.A. Lucca Center of Contemporary Art
K.m
FRAC Bourgogne
Fondazione Giorgio Marconi
Gallerie dell'Accademia Venezia
Musei Venezia
Guggenheim Venezia
Milton Keynes Gallery
Washington Post
Famiglia Cristiana
Biennale di Sydeny 2010
La Mappa dell' Arte
Pulitzer Arts
Hong Kong Art Fair
Kunst Art
Bass Museum of Art
Estetica
Il Giornale di Filosofia
The Volta Show
Bucharest Biennale
Berlin Biennial
Biennale di Venezia
Paolo Manazza
Art Review
Mary Boone Gallery
Paolo Borrello
demos
Giornali
James Whitlow Delano
devarim
Appunti filosofici
The White House
Luigi Serafini
Kohn Gallery
Santa Barbara Museum of Art
Art Cologne
Art Fair Tokyo
Galleria Brancolini-Grimaldi
Philadelphia Museum of Art
Gianluca Chiodi
Documenta 13
Vancouver Gallery
Metropolitan Museum
Biennale di Sydney 2008
La Criée
Art Brussels
Aipad
ArtParis
Museo Egizio di Torino
British Museum
Museo di Palazzo Grassi
National Gallery
National Gallery of Art
Kyoto National Museum
Hermitage
Victoria and Albert Museum
Galleria degli Uffizi
Musei on line
Fondazione del Corriere della Sera
Calibano
Omanut Arte Israele
Fred Charap
SpiraleArte
Valerio Pieroni
Edward Tyler Nahem
Frieze Art Fair
Ryan Mc Ginness
Stephen Friedman gallery
Chantal Crousel
Galleria Blu via Senato
Palazzo Chigi
Pinacoteca di Brera
Associazione Amici di Brera
Jarach Gallery
Racoon
A.I.S.E.
Turner Prize
Turner Prize 2006
Circolo della Stampa
Visita Virtuale Circolo della Stampa
Art-Miami
MoMA
Saatchi Gallery
James Cohan Gallery N.Y.
Rijksmuseum
Tate
Louvre
Milano
TEFAF Maastricht
Galleria Nazinale di Arte Moderna
Galleria Gagosian Londra
Dia Center
Guggenheim
DailyLit.com
Wecam Milano e Previsioni tempo
  cerca

Poiché la creazione artistica, qualunque essa sia,  in ogni caso è un fatto spirituale, intellettuale , la scienza dell' arte deve essere psicologia. Può essere anche qualcosa d' altro, ma psicologia in ogni caso.
Max J. Friedlander, Il conoscitore d' arte  in Sentieri verso l' arte  di
Ernst H. Gombrich


 

Il cielo stellato sopra di me, la legge morale in me”.
Immanuel Kant

Seneca

La filosofia insegna ad agire, non a parlare.

 

"La pittura non dovrebbe essere soltanto retinica o visiva; dovrebbe avere a che fare con la materia grigia del nostro intelletto, invece di essere puramente visiva".

Marcel Duchamp


L' arte ha la sua origine psicologica in un sogno; ma è azione quindi deve essere fatta: non c'é arte potenziale.
da I Diari di Gianni Maimeri


Art reminds us we're alive.
Walter De Maria

Hannah Arendt Vita Activa: la condizione umana
Con la parola e con l' agire ci inseriamo nel mondo umano e questo inserimento è come una seconda nascita.

Henri Bergson
La contemplazione è un lusso, l' azione una necessità

Italo Calvino La giornata di uno scrutatore
"La morale porta ad agire"

Remember: "I would prefer not to" da Bartleby lo scrivano di Herman Melville
"Nulla esaspera le persone di serio intelletto, quanto una passiva resistenza"

Dalla prefazione a Bartleby lo scrivano di Gianni
Celati
"La potenza della scrittura sta nell' essere senza aspettative, nell' essere rassegnazione e rinuncia al dovere di scrivere, possibilità di rimanere sospesa soltanto come preferenza"

Jorge Luis Borges  da  
Del culto dei libri
"Un libro, qualunque libro è per noi oggetto sacro"

Vladimir Majakosvskij
"L' arte non è uno specchio per riflettere il mondo, ma un martello per forgiarlo"

Virginia Woolf
"L' unica cosa che conta al mondo è la musica. La nostra musica, i libri, un paio di quadri"

Marcel Proust  Alla Ricerca del Tempo Perduto
"Cercate di serbarvi sempre un lembo di cielo sulla vostra vita, bambino, - soggiungeva rivolgendosi a me - avete una bella anima, d' una qualità preziosa, una natura d' artista, fate che non manchi di ciò che le è necessario"

Oriana Fallaci
"Su ogni esperienza personale lascio brandelli di anima e partecipo a ciò che vedo o sento come se riguardasse me personalmente e dovessi prendere una posizione, infatti ne prendo sempre una basata su una precisa scelta morale"

 

il blog di Piergiorgio Welby, per NON dimenticare

IO ADERISCO

Le parole di Piergiorgio Welby, tratte dal suo libro "Lasciatemi morire".
“Vorrei che i sogni perduti o abbandonati al mattino vicino al dentifricio, o quelli traditi per vigliaccheria o per calcolo cinico o per timore degli altri, ritrovassero la strada e rimanessero al mio fianco per farmi compagnia.
E vorrei morire all’alba insieme a loro”.




 






Se volete mandarmi una mail potete farlo a questo indirizzo: monicacosta.lisa@virgilio.it


Enter your Email


Powered by FeedBlitz



 

Pierre Restany 31 marzo 2003

Ho sempre considerato l'arte il principale mezzo che gli uomini hanno per comunicare fra di loro sentendosi nella storia e in armonia con la natura. 

 

The WeatherPixie
 

Monica Costa

Crea il tuo badge


 

Diario | Letteratura | Psicoanalisi | Comunicazione | Arte | Musica | Film | Miti | Politica | Psicologia | Milano | Israele | Turismo | Politica interna | Medicina | Filosofia |
 
Politica interna
1visite.

20 gennaio 2011

Il golpista

"Il golpista" di Antonio Di Pietro | 20 Gennaio 2011
Tieniti aggiornato: www.antoniodipietro.it




permalink | inviato da agiamo il 20/1/2011 alle 16:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 gennaio 2010

Magistrati in pensione un anno più tardi così Carbone resta al vertice in Cassazione

Repubblica di martedì 29 dicembre 2009, pagina 11

Magistrati in pensione un anno più tardi così Carbone resta al vertice in Cassazione

di Milella Liana

Il governo prova ad inserire la norma in un decreto, Ma il sindacato dei giudici è già sul piede di guerra  Magistrati in pensione un anno pi tardi così Carbone resta al vertice in Cassazione: Già nel 2002 il governo Berlusconi portò da 72 a 75 anni età pensionabile dei magistrati FINANZIARIA Due mesi fa, il governo inserì - senza successo - una misura analoga in finanziaria:
L'età saliva di tre anni PER DECRETO Li Ora si punta ad una proroga di un anno solo per le alte cariche da inserire in un decreto LA PROTESTA dell'Anm e tutti i sindacati dei giudici criticano Alfano e contestano l’incostituzionalità della norma. Fallito il tentativo di inserire nella finanziaria un aumento di ben tre aiuti Palamara ha già scritto ad Aifano e Letta:
L’ipotesi è incostituzionale LIANA MILELLA ROMA Ci hanno provato con la Finanziaria. Adesso ritentano col decreto milleproroghe o con quello che trasferisce d'ufficio le toghe nelle sedi disagiate, che vanno convertiti entrambi entro il 17 febbraio. L'oggetto è sempre lo stesso. Innalzare l'età pensionabile dei magistrati. Non per tutti, almeno in quest'ultima versione, ma solo per quegli alti vertici che Berlusconi vuole mantenere a tutti i costi in sella.
Non i tre anni , da75 a 78, che pure si sarebbero voluti regalare appena due mesi fa ai Carbone, ai Lazzaro, ai Fiumara, ai Salvatore, gli attuali capi delle magistrature penali, civili, contabili e dell'avvocatura, ma stavolta solo un bonus di un anno, giusto una regalia. Utilissima per chi, come l'attuale governo e in special modo il presidente del Consiglio, vuole mantenere immodificato l'assetto degli equilibri istituzionali ormai raggiunti e consolidati.
Una strada che non piace affatto al presidente Napolitano perché sconvolge il normale e regolare avvicendamento ai vertici. Un dono che i sindacati di tutti i giudici, il 23 dicembre, hanno già bocciato come incostituzionale in quanto viola «i principi di precostituzione, di indipendenza e di autonomia delle magistrature, alterando la disciplina sulla permanenza in servizio dei giudici e degli avvocati dello Stato, anche e soprattutto con riguardo alle posizioni di vertice di ciascuna magistratura che, significativamente, andranno tutte a scadenza naturale nel 2010».
Già, perché gli attuali vertici dovrebbe essere avvicendati per scadenza naturale giusto l'anno che viene. E' una lettera al Guardasigilli  Angelino Alfano e al sottosegretario alla presidenza Gianni Letta, firmata dal presidente Luca Palamara, quella con cui il comitato sindacale tra le diverse magistrature ufficializza una voce sempre più insistente sull'intenzione del governo di presentare un emendamento per portare dagli attuali 75 a 76 anni l'età pensionabile dei vertici dei magistrati. Un passo che verrebbe compiuto subito dopo le feste quando in Parlamento si avvia il cammino dei due decreti. La missiva dei magistrati pone un deciso alto là e boccia il progetto non solo per il suo carattere «del tutto occasionale», ma soprattutto perché può comportare «il rinvio dei concorsi per l'accesso dei nuovi magistrati e avvocati dello Stato». Un inutile terremoto, una proroga ad personam che punta a tenere in servizio i presidenti della Cassazione Vincenzo Carbone, della Corte dei conti Tullio Lazzaro, del Consiglio di Stato Paolo Salvatore e l'avvocato generale Oscar Fiumara.
Sulla questione è uno stop and go quello del governo. L'intenzione di prorogare l'età delle toghe diventa un tamtam insistente dopo l'estate. S'intensifica con la presentazione della Finanziaria. Tant'è che Palamara interviene una prima volta all'inizio di ottobre. Una nota ufficiale per dire no all'idea, allora ben più devastante, di aumentare fino a 78 anni l'età in cui tutte le toghe vanno a riposo. Quelli italiani sarebbero diventati giudici in assoluto più anziani.
E sarebbe stato pure il secondo intervento di Berlusconi per invecchiarli dopo quello del dicembre 2002 che fece passare l'età da 72 a 75 anni. Anche allora il Cavaliere aveva tutto l'interesse a mantenere in servizio e ingraziarsi alte toghe che potevano intervenire nei suoi processi. Oggi l'obiettivo è far restare al suo posto Carbone, il figlio d'arte Luigi in servizio a palazzo Chigi, l'aspirazione di arrivare al vertice della Consob, frenata dallo stesso premier che preferisce conservare un utile referente alla Suprema corte dove, appena qualche mese fa, Carbone ha dirottato alle sezioni unite il processo tributario della Mondadori togliendolo dalle mani di un magistrato di fama severa come Enrico Altieri. Stesso interesse per Lazzaro che, alla Corte dei conti, ha bisogno di tempo per gestire una riforma che metterà nelle mani del solo presidente, già di nomina governativa, il potere di comporre le sezioni unite, di fissare la politica istituzionale e le interpretazioni giuridiche cui attenersi.
 
PS
 Il ricatto
Stanno ricattando, con questa legge, la Cassazione e le stanno dicendo “ o salta il processo Mills, oppure saltano tutti i processi, o quasi tutti”, questo è il ricatto, accompagnato insieme al bastone dalla carota, ossia da un emendamentino che sta vagando in Parlamento, pronto a entrare in qualsiasi provvedimento omnibus, che allunga la carriera dei magistrati da 75 a 78 anni, esattamente quello che serve al Presidente attuale della Cassazione, Carbone, che sta per andare in pensione e invece si vedrebbe prorogare in carica per altri tre anni.
Il Fatto Quotidiano




permalink | inviato da agiamo il 26/1/2010 alle 4:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

20 gennaio 2010

Questo è parlar chiaro, non come certi politici

Don Giorgio De Capitani




permalink | inviato da agiamo il 20/1/2010 alle 19:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio